“Un paio di giorni prima che iniziassero le misure di contenimento sono riuscito ad effettuare un prelievo d’acqua dallo stagno di un bosco. E’ come se avessi prelevato un intero universo. Un universo popolato da milioni di creature microscopiche, vegetali e animali.
Dopo un mese dalla raccolta, mi ritrovo ad “allevare” animalucci microscopici e a “coltivare” vegetali unicellulari che pensavo di riportare nel bosco! 
In questa fotografia è ripresa una pulce d’acqua, un microscopico crostaceo. Più esattamente si tratta di una Simocephalus vetulus, parente stretta delle ben più note Dafnie, alla quale somiglia molto.
Per la verità questi animali, dal corpo quasi perfettamente trasparente, non sono propriamente microscopici e possono arrivare ad una lunghezza di circa 2 mm. L’esemplare della fotografia è lungo poco meno di 2 mm.
Per la ripresa ho usato una reflex montata su un microscopio biologico e ho fatto in modo che lo sfondo apparisse scuro con una tecnica che in microscopia si chiama “campo scuro” o “dark field”. In questo modo
risaltano le fini e delicate strutture della corazza e gli altri dettagli interni al corpo.
La pulce d’acqua è ancora viva e vegeta e si diverte a nuotare nella sua piscina artificiale, insieme a tante sue simili.”
Felice Placenti, Siracusa, socio AFNI sezione Sicilia
 
#naturadacasa #iorestoacasa
 
20200326-Placenti 

Foto n.227 pubblicata il 05/04/2020

#naturadacasa è un progetto AFNI (Associazione Fotografi Naturalisti Italiani), nato con lo scopo di stimolare i fotografi naturalisti (soci e non) nella ricerca dei mondi naturali più prossimi, per riscoprire la meraviglia naturale…a casa nostra.

|—> Torna all’articolo “#naturadacasa” per vedere le gallerie